Archivi tag: Cesare Accorsi

L’America non è l’Europa…

di Cesare Accorsi

 

 

Wicca: cosa si intende?

 

La Wicca si è sviluppata in maniere peculiari sulle due sponde dell’Oceano Atlantico e le differenze tra l’Europa e l’America sono interessanti da notare. Ovviamente tra i Wiccan dei due continenti, ci sono più cose in comune che differenze, ma queste ultime restano e alcune sono davvero significative. In realtà la maggior parte di queste sono rilevanti solo per gli iniziati, ma cercherò di illustrare sopratutto quelle che sono notevoli in modo generico e possono interessare di più chi è ancora in cerca del proprio sentiero.

Prima di affrontare direttamente ciò che distingue la Wicca nei due continenti, devo sottolineare quanto negli ultimi decenni, ciò che si intende con la parola Wicca, abbia assunto diversi significati, a seconda del luogo e del tempo. Gerald Gardner è giustamente considerato il padre di questa religione; egli infatti, dopo essere entrato a far parte della New Forest Coven, rifondò la religione praticamente dalle basi (con il contributo fondamentale di Doreen Valiente), riscrivendo buona parte della ritualistica ereditata dai suoi iniziatori. Ebbene ad esempio per Gardner il termine the Wica (con una c sola) non indicava tanto la religione, quanto i sacerdoti che la praticavano. Solo nei decenni seguenti alla sua morte, il termine filologicamente più corretto di Wicca venne usato per indicare l’intero cammino religioso.

 

 

Da Buckland in poi…

 

Come molti ricorderanno la Wicca venne “esportata” negli Stati Uniti da Raymond Buckland e da sua moglie Rosmary, all’inizio degli anni ’60, quando la coppia si stabilì nei pressi di New York. Prima di trasferirsi oltreoceano essi erano stati iniziati dalla Gran Sacerdotessa scotto/francese (o franco/scozzese) Monique Wilson, che a sua volta fu una iniziata di Gardner. Successivamente Buckland lasciò la Wicca e la moglie e fondò una sua corrente, che chiamò Seax Wicca e da lì esplose la frammentazione americana in una infinità di gruppi, che ancor oggi si richiamano più o meno propriamente alla Wicca ed è anche cominciato l’uso del termine Wicca in modo molto estensivo.

L’uso estensivo della parola Wicca si riferisce al fatto che, in America, essa ormai non indica più soltanto la Wicca propriamente derivata da Gardner, ma è considerata sinonimo di qualsiasi forma di Witchcraft (stregoneria, anche di tipo non propriamente religioso, anche se non indica qualche forma di culto), inoltre, in certi casi Wicca, è diventato persino un termine intercambiabile con il ben più generico “pagano” (“to be a Wicca” per indicate “to be a pagan”).

Personalmente penso che sarebbe più corretto definire con il termine Neowicca, tutte quelle forme ispirate dalla Wicca originaria, ma che ormai si sono differenziate così tanto, da avere abbandonato molte delle sue caratteristiche fondamentali, come l’iniziazione in una coven (l’utilizzo del termine Wicca eclettica, che molti adoperano in questi casi, non mi pare invece appropriato, in quanto ad esempio la Wicca Gardneriana stessa racchiude degli aspetti eclettici).

Fatta dunque questa doverosa distinzione, torniamo ora al confronto tra la Wicca americana e quella europea, assumendo che d’ora in avanti, quando userò il termine Wicca, lo farò non considerando le forme di Neowicca. Dunque i Buckland giunsero in America e per lungo tempo nella Wicca americana vi fu un solo Book of Shadows (BoS) ed una sola pratica, come conseguenza del loro arrivo. Negli Stati Uniti i Wiccan enfatizzarono molto il fatto che si dovesse rimanere sempre ligi a quella pratica e che non si potesse assolutamente deviare da essa. E ancora oggi alcuni rimangono di questa opinione: i cosiddetti “Hard Gard” (cioè i Gardneriani americani duri e puri).

C’è però  un fatto indiscutibile che cozza duramente con l’opinione espressa dagli “Hard Gard”. In realtà infatti, in quegli stessi anni in cui i Buckland si stabilivano a Long Island, Gerald Gardner stava continuando a lavorare con diverse coven in Europa, guidate ciascuna da una Gran Sacerdotessa (GS). E ciascuna di queste GS ha avuto la sua particolare interpretazione dei rituali e nonostante la struttura di base sia rimasta in sostanza la stessa, essi sono stati espansi, o altri ne sono stati aggiunti, con il risultato di avere ormai molti BoS in gran parte simili, ma comunque differenti, accompagnati ciascuno da diverse pratiche insegnate magari solo oralmente ed alquanto peculiari.

Di conseguenza ciascun “lignaggio” che discende da queste Grandi Sacerdotesse, ha perciò indubbiamente assunto un suo stile, un suo gusto, un suo modo di essere e di fare pratica, mettendo ad esempio la propria enfasi su certi aspetti, rispetto ad altri. Molte coven in Europa, provenienti da differenti origini, lavorano oggi senza problemi assieme, anzi, quando ad esempio capitano raduni tra Wiccan provenienti da vari paesi, essi celebrano le differenze tra di loro, apprezzando reciprocamente le particolarità di ciascuno. Un esempio notevole è quello dei Gardneriani e degli Alessandriani europei, che lavorano e ritualizzano molto spesso assieme e molte persone sono state iniziate in entrambe la tradizioni.

 

 

British Traditional Wicca

In confronto all’Europa, gli Stati Uniti e il Canada sono enormi paesi e… rispetto a noi, lì ci sono in proporzione molti meno Wiccan, ma moltissimi Neowiccan. Laggiù i Wiccan si sono dovuti confrontare di continuo con il Movimento della Dea, con la New Age e con tutta quella miriade di gruppi che, come detto sopra, hanno assunto e utilizzato il termine Wicca in maniera molto estensiva. Di fronte a questa situazione, la principale conseguenza è stata che i Wiccan americani hanno avuto la necessità di definire se’ stessi e la loro Arte, in maniera molto più esplicita rispetto agli europei, così da differenziarsi meglio, riguardo a tutti gli altri gruppi presenti nel loro continente.

Si è così cominciato ad usare il termine “British Traditional Wicca” (BTW) per indicare tutti coloro che in America tracciano il loro lignaggio iniziatico fino a Gardner e allo stesso tempo non hanno apportato significative modifiche ai loro rituali. Alquanto paradossalmente, oggi ci troviamo così nella situazione che negli Stati Uniti ci sono gruppi che vengono considerati BTW, ma che in Europa non sarebbero considerati propriamente parte della Wicca, o al contrario altri gruppi che hanno lasciato il sentiero BTW, ma che in Europa verrebbero serenamente considerati parte dalla Wicca. Inoltre in Europa il termine BTW non viene adoperato assolutamente, infatti qui non può esserci confusione con altri grandi gruppi che hanno adottato estensivamente la parola Wicca per definirsi.

Un’altra grande differenza che emerge è la maniera in cui le divinità vengono considerate negli Stati Uniti e in Canada. Laggiù prevale la visione generale che la Wicca abbia la sua Dea ed il suo Dio, separati da tutte le altre religioni, che vengono conosciuti e venerati solo dopo l’iniziazione e l’ingresso nella coven. Invece per gli Europei la Wicca è considerata più come un’ortoprassi e perciò la visione di ciò che sia il divino, dipende generalmente molto di più da ciò che pensa l’individuo o al massimo da come il culto venga affrontato nella coven, di cui si è scelto di entrare a fare parte.

Un’altra differenza tra Wiccan americani ed europei è data dall’enfasi riservata dai primi nei confronti della formalità. Come esempio, basti ricordare che in America gli Elders (gli anziani) hanno il diritto (e lo pretendono!) di essere chiamati Lady e Lord, sia fuori che soprattutto dentro al Cerchio. Questa cosa è stata copiata persino da molti gruppi Neowiccan, tanto che in America, se capita di andare a leggere qualche sito a tematica, si noterà tutto un fiorire di gente che si da’ del Lord e della Lady…..

In Europa invece, persino grandi personaggi odierni della Wicca, che alcuni studiosi hanno definito giustamente come capi informali di intere tradizioni (e non solo di qualche coven), mantengono sempre un atteggiamento del tutto informale e amichevole, assumendo una piacevole e deliziosa forma di understatement. D’altronde se in Europa qualche Gran Sacerdote pretendesse che ci si rivolgesse a lui, onorandolo con qualche titolo altisonante, probabilmente riceverebbe in cambio solo qualche risatina di scherno.

 

 

Le Chiese Americane

 

Wiccan_priestess_preaching,_USA

 

Per finire il confronto tra i due continenti, direi di concludere delineando la particolare struttura organizzativa che ha assunto la Neowicca (più che la Wicca) americana. Nella Wicca di entrambi i continenti, permane la tipica struttura di suddivisione in coven, indipendenti le une dalle altre, nate per gemmazione da coven madri a coven figlie. La Neowicca americana invece ha copiosamente sfruttato la legislazione presente nei vari Stati degli USA, o delle Province canadesi, per raggrupparsi in congregazioni o chiese riconosciute dallo Stato. In genere sono gruppi di coven che si associano tra di loro, delegando ad una struttura centrale vari aspetti organizzativi e religiosi. Grazie a questa legislazione hanno ottenuto benefici fiscali, contributi statali e spesso ministri neowiccan celebrano matrimoni e funerali riconosciuti dallo Stato, o sono diventati “cappellani” nell’esercito e nelle carceri. Da notare che il termine church oltreoceano non ha una connotazione così negativa per un neopagano, come la potrebbe avere presso di noi. In Europa nessun Wiccan si sognerebbe mai di voler formare una “chiesa”!